Celedón di Vitoria: l’anima della festa della Virgen Blanca

Se chiedete ad un abitante di Vitoria, la capitale dei Paesi Baschi, qual è il personaggio più importante della festa della sua città, vi potrà solo rispondere con un nome: Celedón!

statua celedon - aspassoperlaspagna.it

Celedón di Vitoria: la storia

Celedón non è un personaggio di fantasia, ma è un uomo realmente esistito, tale Celedonio Alzola, che dal suo piccolo paesino di Zalduendo, partiva a piedi per riuscire a raggiungere Vitoria che celebra, il 5 agosto di ogni anno, la sua patrona ovvero la Virgen Blanca. L’uomo era l’anima della festa ed era tanto conosciuto che, nel 1957, un gruppo di suoi amici (peña) decise, dopo la sua morte, che sarebbe stato un bel gesto fargli una statua. Questa statua è impossibile non vederla: si trova davanti alla Chiesa di San Miguel, una delle chiese principali che affaccia proprio sulla Plaza de la Virgen Blanca.

bajada del celedon - irenemakeila ig

Celedón di Vitoria: è ancora l’anima della festa

Alle 16:00 del 4 agosto di ogni anno, il campanile della Chiesa di San Miguel viene unito, tramite una corda, ad un balcone de Plaza de la Virgen Blanca.  Dopo il txupinazo (il lancio del razzo), avverrà la bajada del Celedón ovvero la discesa di un pupazzo rappresentante il Celedón che, dopo essere entrato nella finestra del balcone, ne esce “trasformato” in persona. Da qui inizierà la sua corsa, attraverso una piazza gremita di gente, verso la Chiesa di San Miguel, scortato addirittura da un cordone di sicurezza. Sapete perché questo? Perché si dice che chi tocca il Celedón, riuscirà a “ligar en fiestas de Vitoria” (ovvero flirtare) e quindi, senza “scorta”, il pover’uomo arrivava davanti alla chiesa pieno di graffi e schiaffetti presi, ovviamente, senza volergli fare male. Cosa succede quando arriva a San Miguel? Fa un discorso dove augura a tutti buona festa di Vitoria e canta una canzone dedicata al Celedón, dando inizio alla festa stessa. La notte fra il 9 e il 10 agosto, al termine dei festeggiamenti, il pupazzo viene rimesso nel luogo in cui è custodito, pronto per ridiscendere l’anno successivo.

arrivo celedon - irenemakeila ig

Celedón di Vitoria: qualche curiosità

  • Una settimana prima della festa di Vitoria, a Zalduendo, il paese di Celedonio, si fa una festa dove le persone da casa si portano il cibo mentre il vino viene offerto dalla città: da una fontana esce tinto riojano (uno dei rossi spagnoli più famosi) che può essere bevuto gratis durante tutto il giorno.
  • Durante la corsa da Plaza de la Virgen Blanca alla Chiesa di San Miguel (qualche centinaio di metri), si dice che il Celedón perda circa 3 kg di liquidi per la fatica nel dover “affrontare” tutta quella gente e per il caldo.
  • Vi lascio un video per poter guardare con i vostri occhi cosa succede durante la festa di Vitoria (dal minuto 2:20 al 6:20)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *