Lavorare a Denia: intervista a Massimo

Denia è una città poco conosciuta rispetto alle più vicine Alicante e Valencia, ma molto molto visitata dai tanti turisti che d’estate affollano la città. Vi va di conoscerla? Allora vediamo cosa ha da dirci Massimo 😉

Lavorare a Denia - Massimo e la sua compagna

Massimo, la sua compagna e…la paella!

Ciao Massimo! Vivi a Denia da 2 anni. Come mai hai scelto di trasferirti all’estero? Come mai proprio la Spagna?

L’idea mi nasce già dal 2005 quando incomincio a frequentarla avendo conosciuto una ragazza spagnola, ma per realizzarla devo aspettare il 2014 quando le condizioni di vita mie e della mia compagna Margarita lo rendono possibile. Fin da bambino ho desiderato vivere all’estero tanto da viaggiare molto e imparare lingue grazie al lavoro che ho svolto per 35 anni nell’ostelleria. La Spagna l’ho scelta non solo per amore, ma anche per le condizioni favorevoli di vita, temperatura, luoghi, ecc.

Conoscevi già Denia prima di abitarci? Hai sempre vissuto qui o anche in altre città?

Si, la conoscevo perché eravamo già venuti tre volte in ferie in Costa Blanca. L’abbiamo scelta dopo aver girato tutta la costa spagnola per il fatto ambientale, abitiamo nel Parco Naturale del Montgò, a 500m dal mare, ambientazione simile alla Sardegna con rocce, lunghe spiagge bianche e mare di colore cristallino, cale dove isolarsi e interni con colline e paesaggi mozzafiato. Denia è una cittadina di 50mila abitanti con tutti i servizi essenziali per chi sta in pensione. Da quelli sanitari a quelli demografici, per finire con l’ampia scelta alimentare: mercati, supermercati e ristorazione.

Dove hai imparato lo spagnolo?

Premetto che sono portato per le lingue ed il lavoro che ho fatto per decenni mi ha aiutato. Per quanto riguarda lo spagnolo ho fatto un corso di base a Torino prima di trasferirmi. Certo che la frequentazione decennale con una donna spagnola e i periodi passati qui mi hanno aiutato molto.

Hai trovato difficoltà nel comunicare con le persone del luogo?

Come detto prima, conoscevo già gli spagnoli e mi sono sempre trovato bene. Qui ho avuto l’ulteriore conferma che questa è la mia vera terra. Loro sono un popolo straordinario che mi ricorda molto l’Italia degli anni 60/70, quando c’era moltissima aggregazione, e dove io sono cresciuto.

Sei riuscito a trovare subito lavoro? Qual è il settore dove pensi si trovi più lavoro?

Fortunatamente non ho bisogno di lavorare. Vivo con una piccolo rendita che scaturisce dagli anni del mio lavoro, aiutato dalla pensione della mia compagna. Io mi dedico completamente alle mie passioni: la scrittura, la ricerca socio-politica e i tarocchi. Il settore dove si incontra più lavoro è sicuramente la ristorazione e i servizi, ma si stanno saturando per la massa di persone che arrivano per cercare lavoro. Invece io consiglierei, se specializzati, nel settore benessere, sport e parasanità.

Come è stato l’approccio con la burocrazia spagnola (cambio di residenza, rinnovo patente…)?

Per quanto mi riguarda, assolutamente favorevole. Burocrazia rapida, uffici e loro dipendenti gentili e preparati. Non ho avuto problemi. Splendida organizzazione.

Cosa ti manca di più dell’Italia?

Dell’Italia, contrariamente agli altri, non mi manca nulla se non le nostre bellezze artistiche e geografiche. Con gli amici mi vedo più che a Torino: spesso vengono a trovarci o noi andiamo da loro, quindi nessun problema.

Quali posti vicino a Denia consiglieresti di visitare?

Da Denia si può scendere sulla provinciale che costeggia il mare salendo per il Montgò e scendendo a Javea, per poi vedere Teulada, Moraira, Calpe, Benidorm per arrivare ad Alicante. Sicuramente vale la pena visitare Valencia e tutti i bei paesi medievali che ci sono nelle sua provincia o quella di Alicante. Xativa, Gandia, Elche, Alcoy, Xijona e tante altre più piccole sono bomboniere da visitare, ognuna famosa per qualche cosa, in ordine: bellezze storiche e industria manifatturiera, capitale della frutta e verdura più palazzo ducale dei Borgia (originari proprio di queste parti), città mondiale delle Palme (più di 300 mila), capitale tessile della Spagna e bellissima città, capitale del famoso torrone dallo stesso nome. Anche l’interno con le sue valli e laghetti ricorda la nostra Italia centrale come fosse Umbria, Marche, Toscana, alto Lazio.

Spiaggia di Denia

Spiaggia di Denia

Qual è il tuo monumento o luogo preferito di Denia?

Denia non ha delle grandi bellezze artistiche perchè ricostruita in età moderna, però sicuramente le mura e la città vecchia sotto il castello, le rovine romane e il museo del giocattolo sono i principali. Il luogo preferito è più di uno. Per la mondanità sicuramente il viale principale alberato Marques del Campo con i suoi negozi e locali. Per il mare, la lunga spiaggia, 14km, de les Marines. Per la natura il Parco Natural del Montgò e il parco naturale marino de las Rotes.

Quali sono le specialità del posto?

A Denia la cucina è prettamente internazionale per la grande presenza di stranieri, soprattutto del nord Europa. Il riso meloso con le tapas di terra e di mare sono le specialità principali della Marina Alta, la zona o comarca di cui è capitale Denia. Come tutte le città turistiche ci sono ristoranti, bar e locali per tutti i gusti e tasche.

Grazie mille per la tua disponibilità 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *