Studiare a Madrid: intervista a Mary

La capitale spagnola è un’altra delle mete preferite dagli italiani. Ma come sarà studiare a Madrid? Ce lo racconta Mary in quest’intervista 😉

studiare a madrid - aspassoperlaspagna.it

Ciao Mary ! Hai scelto Madrid per il tuo Erasmus. Come mai hai scelto proprio la Spagna e, nello specifico, la capitale?

Ciao! Non ero mai stata in Spagna e non l’avevo mai presa in considerazione prima di ritrovarmi col bando di fronte ai miei occhi. Avevo tante mete da poter scegliere, ma non so il perché pensavo solo alla Spagna e a Madrid. Forse perché mi hanno sempre affascinato queste grandi città sin da piccola e ora posso dirlo: Madrid è davvero una delle città più magiche del mondo!

Che Università hai frequentato? Cosa ne pensi del sistema universitario a Madrid? Che differenza trovi con l’Università italiana?

Qui in Italia sto frequentando la triennale in Fashion Design all’Accademia della Moda di Napoli e ho scelto Madrid soprattutto per la sua Accademia, una delle migliori spagnole! Ho studiato sei mesi all’ Arte Diez “Escuela de arte numero diez”, non tutti la conoscono se non chi ha scelto il mio stesso percorso di studi o di arti applicate. Il sistema universitario lì è tutta un’altra storia! Lo definirei più “liceale” che universitario, in quanto ci assegnavano i compiti settimana per settimana e le sessioni di esami lì non esistono in quanto se ne parla direttamente a fine anno a mo di “esame di stato”. Posso dire che questo sistema ha più vantaggi che svantaggi ed io, personalmente, mi sono trovata benissimo!

Conoscevi già Madrid prima di abitarci? 

Para nada! La conoscevo solo grazie a Google!

Dove hai imparato lo spagnolo?

Premetto che ho dovuto studiare dall’alfabeto perché davvero non l’ho mai parlato! Due mesi prima di partire ho iniziato un corso online dove passavo i pomeriggi interi tra grammatica e conversazioni. L’ho appreso molto una volta lì, parlando col proprietario di casa che era messicano, con il banchiere quando avevo problemi con la mia carta e quando avevo problemi con la polizia perché mi trovavano con una birra in mano per Sol! Eh si, a Madrid non si beve per la strada hahaha!

Hai trovato difficoltà nel comunicare con le persone del luogo? 

Non ho avuto tanti problemi di “comunicazione”, anche perché gli spagnoli sono molto comprensivi e disponibili.

Cosa ti mancava di più dell’Italia?

A malincuore devo dire quasi niente, se non le mie migliori amiche e la famiglia. Mi sentivo a casa, è difficile essere nostalgici a Madrid, ti sa accogliere benissimo e sul punto della partenza quasi non vorresti lasciarla più. 

Un posto da visitare assolutamente nelle vicinanze?

El Parque de El Retiro! Decisamente un luogo fantastico, col suo lago, le barchette, gli immensi prati, ma soprattutto el Palacio de Cristal: un posto incantato! Mi ci rifugiavo sempre quando avevo bisogno di pace e tranquillità.

Qual è il tuo monumento o luogo preferito di Madrid? Perché?

Il mio luogo preferito era il parco che avevo dietro casa: el Parque de las siete tetas! Un parco di sette colline dove, sul punto più alto, potevi rilassarti e ammirare Madrid dall’alto in tutta la sua bellezza, soprattutto se incorniciata da un tramonto.

studiare a madrid - parque de las siete tetas - aspassoperlaspagna.it

Raccontaci un po’ cosa si può fare durante il tempo libero

Shopping per la Gran Vía naturalmente! Tra Primark, H&M ed El Corte Inglés sicuramente spendi nei migliori dei modi il tuo tempo libero! Oppure andando a visitare i musei, il mio preferito è quello del Prado!

Mai lasciare la capitale senza…

Mai lasciare la capitale senza aver fatto un mega botellón in casa con i tuoi amici del posto con tanto di despedida, bandiera autografata e…lacrimuccia. 

Grazie mille per la tua disponibilità 🙂

Grazie a te! Se state pensando di scegliere Madrid per il vostro Erasmus, non pensateci tanto: partite che ne vale la pena! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *