Studiare a Murcia: intervista ad Andrea

Oggi Andrea ci porta a Murcia, la città dove si trova perché ha scelto di trascorrere il suo periodo Erasmus. Curiosi di saperne di più? 😉

studiare a Murcia - aspassoperlaspagna.it

Ciao Andrea! Hai deciso di fare il tuo Erasmus a Murcia. Come mai hai scelto di trasferirti all’estero? Come mai proprio la Spagna?

Ciao Stefania! Ho scelto di partecipare al programa Erasmus perché avevo voglia di passare un periodo di tempo all’estero e questa era l’occasione perfetta. Tra le opzioni che mi ha dato la mia Università, vi erano molte città europee, ma ho preferito questo paese soprattutto per la lingua, una tra le più parlate nel mondo.

Che Università hai frequentato? Cosa ne pensi del loro sistema universitario? Che differenza trovi con l’Università italiana?

Sto frequentando l’Università pubblica di Murcia, corso di laurea in scienze politiche. Ho notato moltissime differenze rispetto alla mia Università di origine. In primo luogo ogni corso da seguire è diviso in due: la parte pratica e quella teorica. Nella parte teorica la professoressa spiega gli argomenti sempre con l’ausilio di diapositive e stimola in modo attivo il dibattito, tanto che si arriva a passare anche più della metà della lezione a fare domande o confrontarsi tra colleghi, dicendo la propria opinione sull’argomento. Nella parte pratica si approfondiscono gli argomenti mediante lavori di gruppo o individuali, visione di documentari e tante altre attività che comportano il coinvolgimento attivo degli studenti. Alla fine si commentano insieme all’insegnante tutti i lavori. Il voto finale dell’esame è ripartito in percentuale con il voto della pratica e della prova finale, ad esempio nei miei corsi la pratica consiste in un 20% del voto dell’esame.

Conoscevi già questa città prima di abitarci? Perché l’hai scelta?

No, assolutamente. Ignoravo completamente la sua esistenza, anche se è una delle principali città del paese. Ho scelto proprio Murcia perché ho letto che ha un clima fantastico tutto l’anno, con più di 300 giorni di sole. Ha buoni collegamenti dall’Italia tramite l’aeroporto di Alicante, che dista dalla città un’ora di autobus. Ci sono voli da Milano, Bologna, Roma con Ryanair e se prenoti al momento giusto il biglietto ti viene a costare poche decine di euro. Madrid dista circa 400 km e, se prenoti il biglietto dell’autobus in anticipo, può costare da cinque a dieci euro quindi è un ottimo posto per chi vuole esplorare la Spagna. Valencia e Granada distano 300 km e dall’aeroporto di Alicante ci sono voli veramente economici per tutta Europa.

Dove hai imparato lo spagnolo?

Nel mio piano di studi in Italia era presente un esame di spagnolo di base, le lezioni mi sono servite per orientarmi i primi giorni. Una volta arrivato qui, ho preso in affitto una stanza in un appartamento insieme a due ragazze spagnole e, ascoltandole tutti i giorni parlare tra di loro o con amici nel salone, ho iniziato a imparare moltissime espressioni che un corso di lingua non ti può insegnare.

Stai trovando difficoltà nel comunicare con le persone del luogo?

Per nulla! Tralasciando le prime settimane, non sto trovando nessuna difficoltà a comunicare con i murciani. Moltissimi dicono che il loro accento/cadenza è molto marcato e a volte incomprensibile, ma io credo sia un’esagerazione, per me è chiarissimo!

Cosa ti manca di più dell’Italia?

Sto qui da troppo poco tempo per dirlo, però a Murcia molte volte ho la sensazione di essere rimasto in Italia, non ci sono poi così tante differenze nella vita di tutti i giorni! Certo, è un po’ più difficile trovare una buona pizzeria, questo è sicuro!

Studiare a Murcia - Cattedrale di Murcia - aspassoperlaspagna.it

Cattedrale di Murcia

Durante il tuo Erasmus, stai visitato altre città? Quali consiglieresti assolutamente?

Ho approfittato delle vacanze di Pasqua per visitare qualche città della penisola. Qui a Murcia sono concesse due settimane di vacanza all’Università: la prima per la settimana Santa e la seconda per il Bando de la Huerta (festa di primavera), a cui purtroppo non ho potuto assistere. Sono stato prima a Madrid, a Zaragoza (città famosa per la sua Settimana Santa, fatta di processioni e spettacoli che provengono da tradizioni molto antiche e ho avuto la fortuna di assistervi, essendo capitato proprio in quel periodo), a Bilbao (una città curatissima, piena di parchi e di vita, da non perdere sicuramente il museo di arte moderna Guggenheim), a Valladolid, a Salamanca (la Plaza Mayor è stupenda) e infine a Sevilla, la città spagnola per eccellenza, l’ho lasciata per ultima, ma sarei dovuto andare lì il primo giorno, qui visita obbligatoria! Magnifico soprattutto il Real Alcazar e la Plaza de España.

Raccontaci qualcosa di interessante o particolare su Murcia

Murcia è una citta molto vivibile, si può benissimo girare tutto il centro a piedi senza fatica, vivere qui ricorda molto l’Italia del sud. Purtroppo, pur vivendo qui da tre mesi, non l’ho ancora visitata tutta, ma prima di ritornare a casa lo farò sicuramente!

Qual è il tuo monumento o luogo preferito di Murcia? Perché?

Sicuramente il luogo che preferisco è la Piazzetta di Santo Domingo, mi rilassa molto stare lì solo o tapeando con qualche amico!

Grazie mille per la tua disponibilità 🙂

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *