Studiare a Barcellona: intervista a Francesco

Barcellona: la città nella quale molti vorrebbero vivere, anche solo per qualche mese. Francesco ci ha passato il periodo dell’Erasmus e oggi ci racconta la sua esperienza 😉

Studiare a Barcellona - Francesco - aspassoperlaspagna.itCiao Francesco! Hai deciso di fare a Barcellona il tuo Erasmus. Come mai hai scelto di trasferirti all’estero? Come mai proprio la Spagna?

Ciao! Nella mia facoltà i primi classificati nella graduatoria Erasmus potevano scegliere la destinazione, io scelsi Barcellona. Scelsi la Spagna in quanto unica nazione con la quale la mia facoltà faceva degli scambi.

Che Università hai frequentato? Cosa ne pensi del sistema universitario a Barcellona? Che differenza trovi con l’Università italiana?

Ho frequentato la UPC (Politecnico di Catalunya) e le differenze sono enormi. In Spagna si studia solo in prossimità degli esami, si fa molta più pratica, i professori sono più disponibili al dialogo. La pecca è che il livello medio di insegnamento secondo me è più carente. Io ovviamente parlo della mia facoltà.

Conoscevi già questa città prima di abitarci? Perché l’hai scelta? 

Non la conoscevo. L’ho scelta per i motivi descritti nella prima risposta.

Dove hai imparato lo spagnolo?

Praticamente in strada.

Hai trovato difficoltà nel comunicare con le persone del luogo? Pensi che la conoscenza del catalano sia importante per studiare lì?

All’inizio l’impatto è stato molto duro, non capivo assolutamente il catalano però i prof facevano un’eccezione per noi e le lezioni venivano fatte in spagnolo. Io credo che per uno studente Erasmus non sia necessario  parlare il catalano, il suo tempo in città è limitato e trae molto più vantaggio imparando lo spagnolo. Dopotutto si viene in Spagna soprattutto per imparare una delle lingue più parlate al mondo, è un’opportunità unica. Se si ha il tempo di imparare il catalano ovviamente è tutto di guadagnato.

Come è stato l’approccio con la burocrazia spagnola (cambio di residenza, rinnovo patente…)?

Molte semplice e veloce

Cosa ti mancava di più dell’Italia?

Molte cose, alcune abitudini, qualche programma televisivo, ultimo ma non ultimo la  famiglia e amici, ovviamente.Studiare a Barcellona - Parc Guell - aspassoperlaspagna.it

Durante il tuo Erasmus, hai visitato altre città catalane? Quali consiglieresti assolutamente?

Sono stato a Vic.

Qual è il tuo monumento o luogo preferito di Barcellona? Perché?

Mi piace molto una piccola strada pedonale che inizia dall’ingresso dello zoo e costeggia il Parco della Cittadella e la biblioteca dell’Università Pompeu Fabra: la notte è poco illuminata e le luci delle enormi sale piene di libri la rendono un posto tetro e unico. Di giorno invece ci si può godere i grandi alberi di eucalipto e il rumore degli animali dello zoo.

Cosa fare nel tempo libero a Barcellona? Puoi consigliarci qualche posto “meno turistico”? 

Mi piace molto “perdermi” per il Poble Nou in bici, è poco turistico e molto tipico. 

Grazie mille per la tua disponibilità 🙂

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *