Cinema: L’uomo che uccise Don Chisciotte

Quando un classico della letteratura diventa film, il risultato è sempre ignoto perché la nostra percezione può essere alterata dal libro letto e da come ce lo siamo immaginati mentre lo leggevamo. Non è il caso de “L’uomo che uccise Don Chisciotte” dove ciò che sapevamo è solo l’inizio di nuove avventure. Un film comico, irrazionale e a tratti drammatico, girato tra Spagna e Portogallo, con un cast d’eccezione e panorami mozzafiato.

Locandina l’uomo che uccise Don Chisciotte

L’uomo che uccise Don Chisciotte – la trama

Il giovane e talentuoso regista pubblicitario Toby, si trova in Spagna con il suo staff, ma la sua nuova vita e la gente da cui è circondato sembrano avergli fatto perdere la sua anima creativa, rendendolo anche arrogante ed egocentrico. È un vecchio DVD, trovato casualmente, che gli fa ricordare le sue origini e lo riporta ai tempi del film prodotto per la sua tesi, “L’uomo che uccise Don Chisciotte”, girato proprio in un paesino lì vicino. Quando Toby ritorna, in cerca dell’ispirazione perduta, in quella piccola cittadina, scopre che quell’esperienza non ha cambiato solo la sua vita, ma anche quella di molti altri, in special modo quella di Javier, il calzolaio che interpretava il famoso cavaliere errante e che sembra non aver mai dismesso il suo ruolo. Ma che succede quando non si vuole accettare la realtà e ad essa si preferisce l’illusione? 

L’uomo che uccise Don Chisciotte – la travagliata storia del film

Combattere contro i mulini a vento” è uno dei modi di dire più famosi tratto dal libro di Miguel Cervantes. Richiama, infatti, l’episodio dove Don Chisciotte scambia dei mulini a vento per dei giganti e, dato il suo ruolo di “cavaliere”, decide di affrontarli in duello, con un risultato non difficile da immaginare. Questa espressione, nel linguaggio comune, indica una sfida impossibile da vincere, legata alla nostra illusione di non farcela. Dovrà essersi sentito così Terry Gilliam quando, per 25 anni, ha cercato di produrre questo film, incontrando mille ostacoli: dalle alluvioni agli infortuni degli attori sul set. Una cosa, però, possiamo impararla ancora prima di andare al cinema: i mulini a vento si possono combattere e Gillian ne è la prova!

L’uomo che uccise Don Chisciotte – Don Quijote e Sancho Panza

Ne “L’uomo che uccise Don Chisciotte”, c’è un attore che, da solo, vale tutto il film: Jonathan Pryce! Se il suo nome non vi suona, nonostante la sua lunga e fortunata carriera, potreste ricordarvi di lui in “Pirati dei Caraibi” (Governatore Swann) o in “Trono di Spade” (L’Alto Passero). Dire che ne rimarrete affascinati è riduttivo, sono sicura che anche voi sarete convinti di essere davanti al “vero” Don Chisciotte della Mancia! Adam Driver, ex marine e interprete in Star Wars, è Toby, l’altro coprotagonista che nel film avrà molti ruoli,ma sarà soprattutto un insolito Sancho Panza, il fido scudiere di Don Quijote.

Se siete curiosi di conoscere un po’ di più del film, in attesa della sua uscita nei nostri cinema, il 27 settembre, non perdetevi il trailer ufficiale qui sotto e…buona visione!  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *