A spasso per Granada: consigli utili per la vostra visita

Oggi vi porto a spasso per Granada (se volete, su Instagram, potete vedere le foto del mio viaggio, cercando l’hashtag #aspassoperlandalucia) per raccontarvela e darvi alcuni consigli su cosa vedere, dove mangiare e cosa fare nella città dell’Alhambra (e non solo!).

A spasso per Granada: dall’aeroporto al centro città

L’aeroporto di Granada, il Federico García Lorca – Jaén, non è grandissimo e dall’Italia viene servito direttamente solo da Easyjet, con partenza da Milano. Dall’aeroporto, arrivare in centro città è facile perché, oltre al solito taxi che sconsiglio, si può prendere un autobus che con appena 3 € vi porta in pieno centro in soli 45 minuti.

Federico Garcia Lorca - Jaén - a spasso per granada - aspassoperlaspagna.it

A spasso per Granada: dove alloggiare e dove mangiare

Per l’alloggio, io trovo sempre utilissimo il sito Booking (dove si possono trovare tantissime offerte) e, tendenzialmente, cerco di stare sempre in centro. La zona che ho trovato piena di hotel, ristoranti, negozi e che vi consiglio, è quella che ruota attorno alla Gran Vía e alla Calle Recogida.

Per quanto riguarda il mangiare, ci era stato consigliato un ristorante vicino alla Cattedrale, la Bodega de Antonio (Calle Jardines, 4), un locale tipico che è davvero uno spettacolo: non solo per la cucina casalinga, buonissima e alla portata di tutte le tasche, ma anche per l’ambiente e l’ospitalità di Antonio, il proprietario (che parla anche italiano), e dei suoi collaboratori.

a spasso per Granada - la Bodega de Antonio - aspassoperlaspagna.it

A spasso per Granada: cosa vedere

Potete girare Granada a piedi o con il bus turistico (qui vi racconto cosa ne penso) che costa 8 € per gli adulti ed è gratis per i bimbi fino agli 8 anni e fa fare il giro della città (anche serale), soffermandosi sui quartieri e i monumenti più importanti di Granada.

Scopriamo insieme cosa non potete perdervi:

L’Alhambra: impossibile andarsene senza averla vista (leggete i miei 10 consigli per visitarla)! Gli enormi edifici e giardini che compongono la “fortezza rossa“, chiamata così dal colore delle sue mura, si trovano su una collina dalla quale si può vedere tutta la città.

Il centro: è qui che troverete la bellissima Cattedrale, la Cappella Reale con il mausoleo dedicato ad Isabella di Castiglia, Fernando d’Aragona (e alla loro figlia, al genero e al nipotino) e Plaza Isabel la Cátolica con la statua che immortala l’incontro fra la regina e Cristoforo Colombo.

L’Albaicín: zona dichiarata Patrimonio Mondiale, da visitare assolutamente a piedi. Troverete los carmenes, ovvero le grandi case tipiche di Granada con annesso un giardino/orto e potrete fermarvi al Belvedere di San Nicolás per gustarvi uno splendido panorama.

Sacromonte: il quartiere più a nord di Granada dove è possibile visitare l’Abbazia del Sacromonte e famoso per las cuevas (ovvero le grotte) che ora sono adibite a locali per gli spettacoli di flamenco.

La Carrera del Darro: da Plaza Nueva potete iniziare una passeggiata lungo il fiume Darro, dove potrete trovare negozietti, ristoranti, ma soprattutto ponti antichi, chiese e conventi fino a giungere al Paseo de los Tristes, chiamato così perché da lì passavano molti cortei funebri.

a spasso per Granada - Carrera del Darro - aspassoperlaspagna.it

Siete mai stati a Granada? Cosa vi ha colpito di più e cosa consigliereste assolutamente di visitare prima di lasciare la città andalusa? Aspetto i vostri commenti qui o sui social 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *