Teatro Real di Madrid, dove lo splendore incontra la musica

Dovendo consigliare un luogo da visitare, un po’ insolito rispetto a quelli classici, la mia scelta ricadrebbe su un un unico luogo: il Teatro Real di Madrid. Avevo pensato di visitarlo solo perché molto vicino al mio hotel, al Palazzo Reale e alla Cattedrale dell’Almudena e, devo dire, scelta non fu più azzeccata.

Teatro Real di Madrid – l’esterno

L’esterno del Teatro, devo essere sincera, non anticipa per niente lo splendore che troverete all’interno. Si fa un po’ di fatica a capire qual sia l’entrata dato che il Teatro affaccia su due bellissime piazze: Plaza de Isabel II, dove troverete anche una statua della Regina e Plaza de Oriente, che divide il Teatro dal Palazzo Reale ed è il luogo in cui si trova l’entrata con la biglietteria.

Teatro Real di Madrid - Plaza Isabel II

Teatro Real di Madrid – la storia

La storia del Teatro Real è un po’ travagliata: ubicato nello stesso luogo in cui sorgeva il Real Teatro de los Caños del Peral, il 23 aprile 1818 venne posta la prima pietra per la costruzione di un nuovo teatro che uguagliasse in bellezza quelli europei, sotto lo sguardo del Re Fernando VII e dell’architetto Antonio López Aguado. La mancanza di budget e la morte dell’architetto, però, rallentarono di più di 30 anni i lavori e fu, a quel punto, la Regina Isabella II che, stizzita, ordinò che gli stessi venissero al più presto conclusi. Nel 1925 un incidente provocò la chiusura del Teatro per circa 40 anni. Madrid non poteva rimanere senza un teatro dell’Opera degno di questo nome e fu solo l’11 ottobre 1997 che, alla presenza dei reali spagnoli, Re Juan Carlos e Doña Sofia, il teatro venne riaperto.

Teatro Real di Madrid – l’interno

Il Teatro, grande 65.000 metri quadrati, può ospitare 1700 persone su 9 piani divisi in 3 sezioni: le poltrone, anticamente riservate a borghesia e stranieri, i palchi, per i nobili e l’alta borghesia e la zona superiore, chiamata paradiso, riservata alle classi popolari. Il Teatro è in stile italiano del secolo XVIII e XIX ed è famoso per la sua ottima acustica, favorita anche dalle acque sotterranee che scorrono sotto la città. È curioso scoprire che le grandi colonne dell’atrio non sono colonne portanti, ma sono solo decorative.

Teatro Real di Madrid - interno

Teatro Real di Madrid – le sale migliori

Si fa fatica davvero a sceglierne una, almeno per me che sono rimasta a bocca aperta per tutta la visita. Una serie di cartelli vi indicheranno il percorso obbligatorio da fare (non tutte le sale sono visitabili), ma merita sicuramente una menzione d’onore il palco reale, con un piccolo atrio nel quale vengono ricevuti gli ospiti illustri e decorato con un quadro di Victoria Eugenia, moglie del Re Alfonso XIII e il Salone da Ballo, dove venivano svolti eventi e grandi feste e dove è possibile trovare anche quattro vestiti di scena originali.

Teatro Real di Madrid - Salone del Ballo

Teatro Real di Madrid – qualche curiosità

*Per poter vedere meglio alcune scene o per i sottotitoli (in inglese e spagnolo), il Teatro è equipaggiato di due maxischermi

*Nel Salone da Ballo, il soffitto rappresenta l’esatto cielo visibile da Madrid la sera dell’11 ottobre 1997 ovvero la data di riapertura del Teatro

*Nel salone Felipe V, troverete i ritratti dei reali che hanno avuto un’importanza fondamentale nella storia del Teatro

*Nell’ultima sala troverete i plastici delle scenografie delle opere rappresentate in quel teatro

Teatro Real di Madrid - Ritratto reale

Teatro Real di Madrid – orari e costi

È possibile visitare il Teatro Real dalle 10:30 alle 18:30 (ultimo accesso un’ora prima) al costo di 7 € con audioguida, disponibile anche in italiano, o a 13 € per una visita guidata (solo alle 11:00 e alle 13:00). È anche possibile comprare un biglietto cumulativo per visitare il Teatro e il Palazzo Reale per 15 €.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *