Torrija: il dolce tipico pasquale

Lo so cosa starete pensando: “ma con tutti i dolci pasquali che abbiamo in Italia, che ce ne facciamo di uno spagnolo?” Lo so benissimo e, da figlia di una napoletana che sforna 50 pastiere sotto Pasqua da regalare ad amici, parenti e pure al portinaio, non potrei che darvi ragione ma…non siamo su questo blog per scoprire qualcosa in più sulla Spagna? 🙂 Inoltre la ricetta della torrija, soprattutto per la sua facilità e velocità, può essere fatta in qualsiasi periodo dell’anno e mangiata a colazione, a merenda o come dessert. Bè, che state aspettando? Iniziamo!

torrijas - aspassoperlaspagna.it

Ingredienti per las torrijas:

  • 2 sfilatini (non morbidissimi) o una baguette
  • 500 ml latte (io ho usato il parzialmente scremato)
  • 2 stecche di cannella (lasciatene una parte se volete spolverarli alla fine)
  • 5 cucchiai di zucchero
  • B uccia di limone
  • Olio d’oliva
  • 2 uova intere
  • Miele (opzionale)

Come si preparano las torrijas?

  1. Tagliate gli sfilatini in rondelle, escludendo le estremità.
  2. Mettete in un pentolino il latte, la cannella (tritata o in stecche, che però rilascerà meno sapore), la buccia del limone e lo zucchero. Lasciate riscaldare ed amalgamare gli ingredienti a fuoco lento. Girate con un cucchiaio di legno in modo che lo zucchero si sciolga completamente nel latte.
  3. Mettete il pane in un vassoio, dai bordi alti, e inzuppatelo nel latte tiepido per 2-3 secondi per lato (non lasciatelo troppo tempo o si ammollirà troppo).
  4. Passate le fette di pane dal vassoio con il latte, a una ciotola dove avrete precedentemente sbattuto le due uova. Mettete a scaldare dell’olio d’oliva in una pentola e quando il pane sarà inzuppato anche nell’uovo, mettetelo nella padella.
  5. Fate scaldare il pane nell’olio, circa 2 minuti per lato, senza farlo bruciare.
  6. Girate il pane dall’altro lato, finchè sarà dorato.
  7. Lasciate il pane in un piatto su un foglio di carta assorbente, in modo da assorbire l’olio in eccesso. Servite in un altro piatto e, se volete, spolverate con un po’ di cannella o ricoprite con un po’ di miele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *