¡Adiós roaming! L’Unione Europea elimina i sovraccosti del roaming

Ogni tanto, una gioia! Eh sì perché per viaggiatori incalliti, e non, dal 15 giugno 2017 arriva proprio una bella notizia: “Roam Like At Home” ovvero basta sovraccosti quando usiamo i nostri cellulari in altri paesi europei! Ma, che cosa significa tutto questo?

¡Adiós roaming! - aspassoperlaspagna.it

Vi è mai successo di collegarvi, per sbaglio o per necessità, con il vostro smartphone quando siete in vacanza in un altro paese europeo e di trovarvi poi con un addebito indesiderato ed eccessivo? Questo succede perché il vostro operatore italiano (nel caso aveste una SIM italiana), non avendo rete propria in un altro paese (ipotizziamo la Spagna), si deve appoggiare a reti nazionali spagnole e quindi, per farvi usufruire del servizio, vi fa pagare un sovrapprezzo.

¡Adiós roaming! – Cosa succede con l’eliminazione del roaming?

Con l’eliminazione del roaming, questo prezzo extra viene eliminato. Ho potuto constatare tale vantaggio proprio nell’ultimo mio viaggio in Andalusia: il mio operatore (Wind) è infatti stato uno dei primi ad aver abolito il roaming prima della naturale attuazione e quindi per me chiamare dall’estero è stato come se avessi chiamato direttamente dall’Italia.

¡Adiós roaming! – Che vantaggi avremo dall’eliminazione del roaming?

Oltre a non dover pagare un sovrapprezzo, potremmo utilizzare le nostre offerte telefoniche, come se fossimo in Italia. Mi spiego meglio: la mia promozione include 1000 minuti gratis verso tutti i numeri italiani e 15 GB al mese. Cosa è successo quando ero all’estero? Ho potuto continuare ad utilizzare internet come se fossi in Italia, senza (finalmente) dover più cercare reti wifi per potermi connettere e, quando ad esempio chiamavo qualche amico o familiare in Italia, non ho dovuto pagare extra perché mi sono stati scalati i minuti presenti nella mia promozione. Basta anche a offerte esclusive per l’estero, che fanno lievitare i vostri costi mensili telefonici (ma pensateci prima di eliminarla, se la promozione è valida per paesi extra-UE). Il telefono non ha bisogno di essere settato in alcun modo, scendete dall’aereo e vi sembrerà di stare in Italia!

¡Adiós roaming! – Cosa succede per chi vive o studia all’estero?

Qui arriviamo alla nota dolente: l’Unione Europea ha stabilito che la regola dell’abolizione del roaming, è valida se restiamo fuori dall’Italia per un periodo breve e limitato, ma non per sempre. Se ci trasferissimo all’estero per lavoro o per studio, dovremmo comunque prendere una scheda nel paese in cui staremmo, tanto più se facciamo il cambio di residenza. Mettiamo il caso di trasferirci a vivere in Spagna (facendo o no il cambio di residenza), non volendo comprare una sim spagnola ma volendo continuare ad utilizzare la nostra: con l’andare del tempo, verremmo prima contattati e poi bloccati dalla nostra compagnia telefonica per “abuso”. Perché questo? Pensate se una compagnia telefonica decidesse di fare una SIM con abbonamento a 3 euro al mese per chiamare ovunque illimitatamente e con 20 GB per navigare in Europa…ci sarebbe ancora qualcuno che comprerebbe SIM dalle altre compagnie? La risposta ve la siete dati da soli 😉

¡Adiós roaming! – Le condizioni di utilizzo

La prima cosa che vi consiglio, è di informarvi molto bene con i vostri operatori su che vantaggi include l’abolizione del roaming. In generale, si possono utilizzare le promozioni come la mia di cui vi ho parlato prima, ma non si possono utilizzare GB o minuti che derivano da sotto-promozioni (ad esempio, quei 2 GB in più che vi hanno regalato per aver fatto cambiare compagnia telefonica a un vostro amico). Ovviamente l’abolizione del roaming non vale per tutti gli stati del mondo, ma solo per i 28 paesi dell’Unione Europea e, poco dopo il 15 giugno, anche per Islanda, Liechtenstein e Norvegia. Un’ultima cosa: chiamare dal vostro paese d’origine un numero straniero rimarrà invariato ovvero con sovraccosti da parte della vostra compagnia telefonica.

I vantaggi sono davvero grandissimi in un mondo super interconnesso come il nostro e dove avere Internet diventa sempre più importante: per cercare indirizzi, ristoranti, luoghi da visitare e per avvisare a casa che si sta bene, soprattutto in questo periodo.

6 Responses

  1. Lucialesley ha detto:

    Meraviglioso FINALMENTE!!!

  2. Finalmente diventa realtà!! Dovrebbero pure ridurre le tariffe negli altri Paesi extra UE, lì è un vero salasso!! Lo scorso anno in Perù ho speso 70 euro in 2 settimane

  3. Lucialesley ha detto:

    Bellissimo…avevo già sentito la notizia, ma ancora nessuno che avesse provato davvero! Ma toglimi una curiosità, tu hai navigato solo sotto rete wind? O la Wind in Spagna non prende e quindi hai navigato sotto qualsiasi rete spagnola?!

    • Stefania ha detto:

      Ciao Lucia! Ho navigato sotto rete spagnola (mi sembra Movistar) ma comunque mi hanno scalato i gb da quei 15 che avevo dalla mia promozione..non ho assolutamente pagato niente 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *