Cosa significa il saluto adiós?

In spagnolo, come in italiano, ci sono diversi saluti, utilizzabili a seconda dell’orario o del grado di conoscenza del nostro interlocutore. 

Quello che da sempre mi ha molto colpito è il saluto adiós perché molto simile al nostro “addio” che noi utilizziamo, però, per congedarsi, per sempre, da qualcuno che non potremmo o non vorremmo più rivedere.

adios - aspassoperlaspagna.it

In spagnolo, però, adiós ha un significato molto più leggero, tanto è vero che uno dei saluti più utilizzati. Adiós lo si utilizza, infatti, in contesti formali (con le persone a cui diamo del lei) ed informali (con le persone a cui diamo del tu), sempre e solo per congedarsi, ovvero per salutare quando stiamo andando via e mai quando salutiamo incontrando una persona.

Adiós è quindi equiparabile al nostro “arrivederci/ciao” ovvero il suo utilizzo non comporta il fatto che non ci si debba più rivedere, anzi…

Cosa significa adiós? Quali sono le origini di questo saluto? Adiós è in realtà un augurio che, nel lasso di tempo in cui non ci si vede, tutto vada bene e deriva, in spagnolo, dalla frase “te encomiendo a Dios” ossia “ti affido a Dio/che Dio ti protegga“. Nonostante, come dicevo prima, addio in italiano lo utilizziamo come un saluto definitivo, anche nella nostra lingua ha la stessa origine del saluto adiós.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *