Crema catalana

Le origini della crema catalana, come quelle di quasi tutti i dolci, sono incerte e varie sono le ipotesi che le accompagnano. Si propende, però, per il fatto che questo dolce derivi dalla crème brûlée francese.

Cucinarla è abbastanza facile e veloce (ma poi bisogna lasciarla raffreddare in frigo per circa 1 ora e mezza),  ma ovviamente, a causa dell’elevato contenuto di zuccheri, non è un dolce per tutti i palati.

Anche la caramellatura non è per niente complicata! Vedremo a fine ricetta come realizzarla…ed ora scopriamo come si prepara!

ricetta crema catalana - aspassoperlaspagna.it

Ingredienti per la crema catalana:

  • 4 tuorli
  • 400 ml di latte
  • Scorza di un limone
  • Stecche di cannella
  • 30 g di maizena (amido di mais)
  • Noce moscata
  • 100 g di zucchero
  • Zucchero di canna

Come si cucina la crema catalana?

  1. Prendete due ciotole: in una grattuggiate la scorza di un limone e nell’altra aggiungete circa la metà del latte (deve essere freddo) e la maizena (che si dovrà sciogliere nel latte).
  2. In una padellina aggiungete l’altra metà del latte, la scorza appena grattuggiata, metà dello zucchero disponibile e dei pezzettini di cannella. Portate tutto ad ebollizione.
  3. In una ciotola pulita, mettete i tuorli e lo zucchero restante ed amalgamate il tutto in modo che lo zucchero si sciolga. A questo punto iniziate ad aggiungere anche il composto di latte e maizena del punto 1.
  4. Aggiungete al composto appena preparato, il preparato del punto 2, filtrato con un colino in modo da non far cadere la scorza e la cannella.
  5. Mettete sul fuoco medio-basso il composto appena ultimato e nel mentre continuate a girare: si formerà una crema liscia. Lasciatela raffreddare leggermente e poi mettetela nelle ciotoline di ceramica che utilizzerete per servirla. Fate ripostare in frigo per circa 1 ora e mezza. Tirate fuori dal frigo le ciotoline, ricoprite la superficie di zucchero di canna (o zucchero semplice) e di un po’ di noce moscata. Ora la parte più divertente: la caramellatura! Potete utilizzare il caramellatore a fiamma, come ho fatto io (comprato per meno di 6 euro da Kasanova o che potrete trovare anche su internet) oppure mettere le ciotoline nel forno con grill e aspettare che lo zucchero si caramelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *