Serie: Le ragazze del centralino

Giuro! Ho iniziato a vedere “Le ragazze del centralino” senza sapere che fosse spagnola (il suo titolo in lingua originale è “Las chicas del cable“). La serie è davvero carina e si può vedere su Netflix. Purtroppo la prima stagione si compone solo di 8 episodi, ma l’ultimo fa presagire che ce ne sarà una seconda. Pronti a saperne di più?

las chicas del cable - le ragazze del centralino

Le ragazze del centralino – Las chicas del cable: la trama

La serie, ambientata a Madrid nel 1928, ruota intorno alla vita di 4 donne: la protagonista Lidia/Alba (che tra l’altro mi ricorda molto Monica Bellucci), arrivata 10 anni prima nella capitale e costretta a sopravvivere in modi non molto legali, Carlota, figlia ribelle di un colonnello severo, Marga, ventunenne molto ingenua arrivata da un paesino sperduto e Ángeles, la moglie perfetta di un marito che nessuno vorrebbe avere. Cosa hanno in comune? Lavorano tutte nella Compagnia dei Telefoni che, proprio in quell’epoca, era uno dei settori in maggior espansione. Un ruolo molto importante è svolto anche dai personaggi maschili: Francisco, Carlos, Pablo, Mario, Miguel e l’ispettore Beltrán, 6 uomini completamente diversi che influenzeranno la storia delle protagoniste.

Le ragazze del centralino – Las chicas del cable: la situazione storica

Bisogna dire che la serie è fatta davvero bene. In particolare ho amato le musiche (quasi tutte in lingua inglese), i costumi e il trucco: sembra proprio di essere negli anni ’30! La serie si focalizza anche molto sulla condizione lavorativa e sociale della donna dell’epoca: la sottomissione all’uomo (che fosse marito o padre), i diritti negati, i pregiudizi legati a cosa una donna avrebbe dovuto (o non) fare, le prime automatizzazioni e le conseguenze sui posti di lavoro. Sinceramente in alcune parti della serie viene un po’ di tristezza perché sentiamo troppo spesso che queste tematiche sono ancora molto attuali. In ogni caso la consiglio soprattutto per i più romantici (ci sono delle frasi che “William Shakespeare, scansati proprio!”) e a chi piacciono le serie ambientate in epoche diverse. Io ho finito gli 8 episodi in 3 giorni perché ero troppo curiosa di vedere cosa sarebbe successo dopo, visto che l’episodio finisce sempre con qualche colpo di scena.

Le ragazze del centralino – Las chicas del cable: italiano o lingua originale?

Devo ammettere che, nonostante sia abituata a vedere film in spagnolo, in questa serie ci sono delle parti dove bisogna fare molta attenzione perché parlano abbastanza veloci, almeno finché non ci si abitua un po’. Detto questo, per chi non ha proprio dimestichezza con lo spagnolo, consiglio di vederlo in lingua italiana o con i sottotitoli, mentre per chi ha un livello alto di spagnolo, consiglio assolutamente di vederlo in lingua originale anche perché vengono usate tante espressioni idiomatiche (quelle che trovate tutti i venerdi sulla mia pagina Facebook). Vi lascio qui sotto il trailer spagnolo con sottotitoli in italiano e aspetto di sapere, qui o sui social, se l’avete già vista e cosa ne pensate 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *