La ricetta delle Orejas de Carnaval, le chiacchiere spagnole

Questo dolce, conosciuto come orejas de Carnaval (orecchie di Carnevale) o, detta alla galiziana, orellas de Entroido, è tipico della Galizia e, come dice il nome, del periodo di Carnevale. Il loro nome deriva dal fatto che assomigliano molto a delle orecchie.

Esistono varie ricette, quelle più fedeli prevedono due ingredienti che non ho utilizzato: lo strutto/lardo (troppo grasso) e l’anis seco/aguardiente che, non trovando in Italia, ho sostituito con la grappa.

Iniziamo a prepararle? Sono sicura che vi piaceranno! Il gusto è un misto fra le nostre chiacchiere e le frittelle, ovvero molto particolare!

orejas de carnaval - ricetta e risultato finale - www.aspassoperlaspagna.it

Ingredienti per le orejas de Carnaval:

  • 2 uova
  • 5 g di sale
  • 75 g di burro
  • 50 g di zucchero
  • 500 g di farina
  • 1 limone (solo la scorza)
  • 50 ml di grappa
  • 125 ml di latte

Come si preparano le orejas de Carnaval?

  1. Aggiungere nel robot da cucina (o in una ciotola) gli ingredienti in questa sequenza: uova, grappa, latte, sale, scorza di limone, burro, zucchero e farina (quest’ultima da aggiungere un po’ alla volta, soprattutto se non usate il robot da cucina)
  2. Lavorate gli ingredienti fino ad ottenere una massa che non si attacca alle mani e poi copritela con uno strofinaccio o con della pellicola per circa 30 minuti.
  3. Dividete la pasta in piccole palline che stenderete dello spessore di circa 1 mm con un matterello (se sollevate la pasta, deve essere quasi trasparente). In caso di bisogno, aiutatevi con della farina se la pasta è ancora un po’ appiccicosa e fate fatica a lavorarla . Date la forma che volete: ad orecchio, rettangolare, irregolare.
  4. Fate scaldare l’olio per friggere in una padella alta circa 10 cm. Per vedere se l’olio è caldo abbastanza, buttate nell’olio uno stuzzicadenti o della farina e controllate che si formino delle bolle vicino (se succede, l’olio è pronto) . Adagiate la pasta ben stesa dentro l’olio (massimo 1 o 2 orejas alla volta) e con un cucchiaio “innaffiate” l’oreja con olio. Giratela quando il lato inferiore è ben dorato. Quando sarà completamente dorata, toglietela dall’olio e fatela scolare su un foglio di scottex. Servitele fredde, spolverate con dello zucchero normale (consigliato) o con dello zucchero a velo.

Alcuni consigli:

*Per renderle più fit, provate a usare la stevia o l’eritritolo invece dello zucchero

*Alcune varianti della ricetta prevedono anche l’aggiunta di scorza di arancia o la cannella

*Molto spesso gli spagnoli friggono con olio d’oliva e non con olio per friggere. Dato il costo dell’olio d’oliva in Italia, onestamente lo sconsiglio

*Quando fate scolare le orejas, sovrapponetele solo se è presente un foglio di scottex, mai a contatto diretto fra loro

*Se non mangiate tutte le chiacchiere che preparate, tenetele in un luogo chiuso per non farle prendere aria

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *