Vieiras a la gallega

Di quanto bene si mangia in Galizia, ve ne avevo parlato qui, quando, dopo un mio viaggio nella regione, ero riuscita a mangiare un sacco di piatti tipici di pesce. Mi erano, però, mancate le vieiras a la gallega (cioè le capesante alla galiziana) e quindi ho deciso di prepararle da sola, seguendo una ricetta trovata su internet, ma modificandola un po’ nelle quantità e per i miei gusti.

Prima di passare a vedere quali ingredienti ci serviranno, vi scrivo un paio di consigli da tenere a mente nel momento in cui andrete al supermercato:

  • le capesante devono avere la conchiglia (alcune volte vengono vendute senza), in modo tale che la decorazione venga come da ricetta.
  • comprate la passata di pomodoro, non la polpa che contiene anche pezzi di pomodoro.
  • la ricetta originale ha, fra gli ingredienti, il jamón serrano. Questo tipo di prosciutto, non è introvabile in Italia, ma qui da noi ha prezzi molto, molto alti quindi, invece di “sprecarlo” per cucinare, vi consiglio di mangiarlo da solo e di sostituirlo nelle ricette con il nostro prosciutto crudo. Se lo tagliate a mano, comprate delle fette un po’ spesse mentre se lo triturate nel tritatutto, va bene il prosciutto già confezionato.

Ora, però, passiamo agli ingredienti 😉

Ingredienti per le vieiras a la gallega:

  • 10 capesante con conchiglia
  • Un bicchiere di vino bianco
  • Sale
  • Olio e.v.o.
  • 1 cipolla grande
  • 100 g di prosciutto crudo
  • 3 cucchiai di passata di pomodoro
  • Pan grattato

Come si preparano le vieiras a la gallega?

  1. Tagliate a piccoli pezzettini la cipolla. Iniziate a pre-riscaldare il forno a circa 200°C.
  2. Tagliate a piccoli pezzettini il prosciutto crudo (se le fette sono spesse) o trituratelo nel tritatutto (se le fette sono sottili). Io ho optato per la seconda possibilità.
  3. In una padella, mettete un po’ d’olio e fate soffriggere il prosciutto, cercando, con un cucchiaio di legno, di separare i pezzettini e di farli diventare croccanti.
  4. Aggiungete la cipolla nella padella e lasciate andare a fuoco lento. State attenti a non farla bruciare! Dopo circa 3 minuti, aggiungete un bicchiere di vino bianco e lasciate andare in modo da far evaporare l’alcol.
  5. Aggiungete al soffritto la passata di pomodoro e lasciate amalgamare il tutto.
  6. Il composto dovrà presentarsi come nella foto. Assaggiate il composto e vedete se dovete aggiustare di sale o se va bene così.
  7. Sciacquate le capesante e staccatele dalla conchiglia. Non buttate le conchiglie, ci serviranno fra pochissimo!
  8. Aggiugete al composto le capesante e fatele cuocere 2 minuti (potete anche tagliare a pezzettini le capesante (consigliato), in modo che saranno più facili da mangiare direttamente nella conchiglia).
  9. Mettete le capesante nella conchiglia e poi ricopritele con il composto di passata, cipolla e prosciutto. Spolverate leggermente con il pan grattato e infornate a 180°C per 12-15 minuti.

1 Response

  1. 16/08/2017

    […] sono mooolto più grandi e hanno ovviamente un altro sapore. Uno dei loro piatti tipici sono le Vieiras a la gallega ovvero capesante al forno con pangrattato gratinato e jamón […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *