La casa di carta 4: attacco al cuore della banda

Proprio nel bel mezzo della quarantena, il 3 aprile, Netflix ci viene in salvo trasmettendo la quarta parte de “La casa di carta“.

Gli spoiler in questo articolo non saranno molti, ma se siete tra i pochi che ancora non hanno visto questa serie, vi consiglio di leggere prima questi articoli sulle stagioni precedenti: stagione 1stagione 2stagione 3.

La trama de “La casa di carta 4”

La stagione precedente ci aveva lasciato a bocca aperta e con l’ansia a mille: la perfida ispettrice Alicia Sierra, facendo leva sull’istinto materno di Nairobi, era riuscita a farla avvicinare a una finestra dove uno dei cecchini l’aveva centrata in pieno petto. I rapinatori, impazziti dal dolore per la compagna e incitati dal Professore che pensava di aver assistito via radio all’omicidio della sua amata Raquel, aveva contrattaccato sparando un missile proprio su una camionetta della polizia che era saltata in aria. Insomma, non avevamo dubbi che questa stagione sarebbe stata parecchio concitata. Mentre all’interno del Banco de España si cerca di fare il possibile per salvare Nairobi, l’ispettrice Murillo viene interrogata per cercare di estorcerle qualche utile informazione sul piano di fuga. Gli equilibri della banda diventano sempre più fragili e la tensione è sempre di più ai limiti quando un altro problema inizia a preoccupare i rapinatori: Gandía, il capo della sicurezza del Governatore della Banca di Spagna. Sarà lui a far cadere uno dei pilastri della banda di rapinatori. All’esterno un grande aiuto viene dall’agente Benito Antoñanzas che, suo malgrado, diventa complice del Professore e aiuta a risollevare il morale a Murillo: il Piano Parigi può così iniziare!

La casa di carta 4 - Copyright Netflix

La casa di carta 4 – Copyright Netflix

Curiosità su “La casa di carta 4”

*L’Italia torna di nuovo protagonista della serie con la canzone “Ti amo” di Ugo Tognazzi, cantata durante il matrimonio di Berlino.

*Viene maggiormente affrontato il tema dell’omosessualità: dal lungo e appassionato bacio fra Berlino e Palermo al nuovo personaggio, il finto ostaggio Julia/Manila (il figlio di un vecchio amico di Denver e Mosca, prima conosciuto come Juanito).

*È già stata annunciato che ci saranno una quinta e sesta stagione (altri 16 episodi), ma la registrazione è stata interrotta dal Corona virus a cui, tra l’altro, è risultata positiva Itziar Iruño (Raquel Murillo) che ha da poco rassicurato i fan sulla sua guarigione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *