Tortilla di patate

La tortilla di patate è una delle ricette spagnole più tipiche: si mangia tiepida o fredda ed accompagnata, eventualmente, da un po’ di pane. Un piatto povero e dal costo della materia prima praticamente minimo: uova, patate, sale ed olio! Probabilmente, se l’avete mangiata come tapas in uno dei tanti bar spagnoli, potreste notare la differenza di sapore, dato dal fatto che nei bar non vengono utilizzate le uova vere e quindi il gusto, ovviamente, cambia (in meglio).

Cucinarla è facilissimo e l’unica difficoltà è data dal “ribaltamento” della tortilla ma, tranquilli, vi spiegherò anche quello!

Ed ora…iniziamo!

Tortilla di patate

Ingredienti per la tortilla di patate:

  • Sale
  • Olio d’oliva
  • 4 patate
  • Cipolla
  • 5 uova

Come si cucina la tortilla di patate?

  1. Tagliate le patate in pezzettini irregolari.
  2. Fate soffriggere la cipolla in abbondante olio.
  3. Aggiungete le patate e fatele dorare, devono essere morbide e non bruciate.
  4. Togliete le patate dal fuoco e mescolatele con le uova, precedentemente già aperte e messe in una ciotola. Aggiungete del sale a piacimento.
  5. Mettete il composto di patate, sale e uova nella padella utilizzata precedentemente e lasciatele cuocere finchè la parte sotto vi sembrerà pronta.
  6. Prendete un piatto più grande della padella e tappatela, velocemente ma con presa molto sicura, rivoltate la padella in modo che la tortilla cada (o meglio, si adagi) sul piatto. Rimettete la tortilla nella padella con la parte ancora non cotta rivolta verso il basso. Potete cuocerla a vostro piacimento: lasciarla un po’ più “cruda” e liquida internamente oppure fare una bella “frittatona”, dipende dai gusti.

Personalmente non ho mai provato, ma se non vi sentite sicuri nel ribaltare la frittata, potete provare quelle padelle che sono formate da due padelle sovrapposte (se non avete presente quali siano, digitate su Google immagini “padelle doppie“) acquistabili sia su internet (Amazon per esempio) che nei negozi di casalinghi più riforniti.

15 Responses

  1. Vagabondele ha detto:

    Quante ne ho mangiate a Madrid!! E pensare che non le ho mai riproposte, mi da che devo rimediare presto!

  2. Silvia ha detto:

    finalmenteeeee!!!! A breve lo testo e ti faccio sapere cosa ne è uscito fuori!

  3. A me la tortilla piace un sacco!! Vabbè quando metti uova, patate e cipolle insieme è difficile che non mi piaccia 😀
    La più buona mangiata è quella del pranzo di Natale in spiaggia, cucinata dalla mia coinquilina madrilena in Australia. Che roba fantastica 🙂
    Grazie per la ricetta, proverò a ripeterla!

    • Stefania ha detto:

      Ciao Agnese! E’ davvero buona, tra l’altro..a me piace meno “liquida” ma in ogni caso è proprio buona 🙂

  4. Valeria ha detto:

    Grazie Stefania! Quelle della mia host family di Zaragoza erano ottime, vediamo che ne esce fuori! 😉

  5. Ilaria ha detto:

    La adoro! Grazie…

  6. Chiara ha detto:

    Dai, l’ho letta adesso che sto per preparare la cena, non ti dico che voglia! 🙂

  7. Stefania ha detto:

    Ora conosco la ricetta originale

  1. 13/08/2017

    […] fra più persone. Possono essere di calamari fritti (rabas o a la romana), affettati e formaggi, tortilla de patatas, anchoas, croquetas, pulpo a la gallega, patatas bravas….. La ración è sempre a pagamento e […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *