Serie: Le ragazze del centralino 3

Attenzione! Se non avete mai visto questa serie (ma siete, magicamente, comunque sopravvissuti), non rovinatevi tutto leggendo questo articolo, ma tornate indietro per leggere quelli sulla stagione 1 e sulla stagione 2.

Se ora, fatta questa premessa, volete proseguire, vi consiglio almeno di tenere vicino un pacchetto di fazzoletti per quando guarderete questi episodi perché, ne sono sicura, ne avrete davvero bisogno dal primo all’ultimo episodio!

Le ragazze del centralino 3 - Netflix serie TV

Le ragazze del centralino 3 – copyright Netflix

Le ragazze del centralino 3 – Las chicas del cable 3: la trama

L’ultimo episodio della seconda stagione si era chiuso con la caduta di Alba, incinta, dal cornicione dell’ospedale nel quale la mamma di Carlos l’aveva portata per un aborto forzato quindi si rinizia subito con il momento nel quale si scoprirà il destino di Alba e del suo bimbo. Fortunatamente tutto si risolve per il meglio e, a 6 mesi dal cesareo d’urgenza, finalmente Alba e Carlos riescono a sposarsi ma, durante la cerimonia, un incendio cambia per sempre le loro vite e quelle dei loro amici e familiari. Morti, misteri e bugie saranno il filo conduttore anche di questa nuova stagione.

Le ragazze del centralino 3 – Las chicas del cable 3: nuovi attori

Molti saranno gli attori, nuovi e vecchi, che troveremo in questa serie, ma alcuni di loro avranno un ruolo fondamentale all’interno di questa terza stagione.

Eva: è la bimba nata dall’amore fra Alba e Carlos (ma nessuno ci vieta di pensare che possa essere figlia di Francisco). Sarà attorno a lei che girerà la vicenda principale.

Julio: il fratello “molto particolare” di Pablo che metterà non poca confusione nella testa e nei sentimenti della casta Marga.

Lucía: centralinista e collega delle altre protagoniste, è un’attivista convinta della pari uguaglianza dei diritti fra uomini e donne. Il suo motto è “il fine giustifica i mezzi” e per questo creerà non pochi problemi.

Pronti ora per il trailer ufficiale? Buona visione!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *