Lavorare a Bilbao: intervista ad Angela

Lavorare a Bilbao? Angela ci racconta come si trova a vivere in una delle città più importanti del Nord della Spagna 🙂

Lavorare a Bilbao-Acquario San Sebastian-aspassoperlaspagnaCiao Angela! Vivi da qualche anno a Bilbao. Come mai hai scelto di trasferirti all’estero? Come mai proprio in Spagna?

Eh si, sembra ieri quando stavo preparando gli scatoloni e invece già sono passati quasi 5 anni. Diciamo che ho sempre sognato di vivere all’estero, come molti ragazzi della mia età, ma il motivo del mio trasferimento è stato solo frutto della casualità. La fidanzata di mio cognato (fratello del mio di fidanzato) ha deciso, appunto quasi 5 anni fa, di diventare imprenditrice e ha aperto una catena di Food Truck ispirandosi molto ai tipici “Camion dei panini” che vide in vacanza nella mia amata Sicilia. Ha chiesto quindi al mio fidanzato di lavorare per lei e lui, visto la crisi italiana, ha subito accettato la proposta ed io l’ho semplicemente seguito.

Conoscevi già Bilbao prima di abitarci? Hai sempre vissuto qui o anche in altre città spagnole?

Assolutamente no, non conoscevo proprio questa zona della Spagna! Avevo visitato in passato Barcellona ma solo in modalità “viaggio del Liceo”  e ricordavo ben poco. Da quando vivo a Bilbao ho girato un po’ per il Paese ma ho sempre vissuto qui.

Dove hai studiato e quanto ci hai messo per imparare lo spagnolo?

La mia insegnante migliore è stata la TV! Nei primi mesi la situazione era un poco instabile e passavo molto tempo a guardare la televisione: ho imparato a capire grazie ai sottotitoli. Dopo 6 mesi riuscivo a capire bene e dopo un annetto diciamo che padroneggiavo bene questa nuova lingua. Niente studi, solo TV, nuove amicizie e “la calle” (la strada)

Hai trovato difficoltà nel comunicare con le persone del luogo? Pensi che sia fondamentale sapere l’euskera per poter vivere lì?

Agli inizi era un vero incubo. La gente parlava, parlava, io capivo qualcosina ma non era assolutamente facile integrarsi, specialmente per una come me che non ama fare gaffe. Il mio modo di essere mi ha frenata molto all’inizio, volevo saper parlare bene prima di farlo e spesso rimanevo zitta per paura di sbagliare. Tutto questo ovviamente parlando di castellano. L’euskera è una lingua davvero difficile e anche molti baschi non la conoscono. Non è fondamentale ma sicuramente ti aiuta molto, specialmente nel mondo del lavoro.

Sei riuscita a trovare subito lavoro?

A dire il vero sono ancora in ricerca. Provo da anni a mandare curriculum ma non è così facile. Non ho degli studi molto ricercati da queste parti e per quanto riguarda i lavori “più semplici” spesso preferiscono assumere gente del posto. Devo anche dire che anch’io non sono così propensa a ricercare qualsiasi tipo lavoro. Sono fotografa e blogger e, anche se non in modo stabile, lavoricchio bene da queste parti e preferisco portare avanti le mie passioni da autonoma, fino a quando mi è possibile.

Come è stato l’approccio con la burocrazia spagnola (cambio di residenza, rinnovo patente, NIE…)?

Per me è stato molto semplice, avendo la cognata di Bilbao in pochi giorni già io e il mio fidanzato avevamo tutto in regola. L’unico ostacolo per chi arriva da queste parti potrebbe essere solo la lingua, per il resto è tutto davvero molto più semplice e organizzato che in Italia.

Che zone consiglieresti per abitare? Come pensi siano i servizi a Bilbao?

Beh, il centro di Bilbao è davvero bello e comodo però anche costoso. Qui gli affitti sono un po’ carucci quindi, se non si possono spendere grandi cifre, meglio cercare casa nei dintorni, tanto i servizi funzionano benissimo! Io per esempio ho sempre vissuto a Basauri (un paese  a 5 minuti da Bilbao in macchina e 15 circa con i mezzi pubblici) e ho avuto la possibilità di acquistare una macchina solo dopo 3 anni. Avere un’auto da queste parti non è poi così necessario, io e il mio fidanzato abbiamo deciso di prenderne una per comodità lavorative.

Diciamo che vivere in centro alla fine sarebbe solo una comodità mia, avere una bella città sotto casa è sempre comodo, ma vivere in centro ha anche i suoi contro, per esempio il parcheggio: a Bilbao è a pagamento quasi ovunque e, anche se il comune offre un permesso ai residenti, trovare un posto non è sempre facile e quindi alle spese di un affitto per un’appartamento si dovrebbe aggiungere anche quello di un eventuale posto auto.

Gli appartamenti più economici poi sono quasi sempre molto vecchi e puoi ritrovarti a vivere in una casa umida, al 6° piano senza ascensore o magari in una zona difficile. Diciamo che vivere in centro è perfetto per chi è solo, magari può condividere casa con altre persone, ma per una coppia che vuole la sua indipendenza consiglio sempre le zone limitrofe, magari vicino al posto di lavoro.

Come dicevo prima i mezzi pubblici funzionano benissimo, i bilbaini si lamentano dei 4 minuti di ritardo riportati sulla tabella elettronica, ma che ne sanno loro! Dalle mie parti (in Sicilia) neanche esistono le tabelle elettroniche e puoi aspettare un autobus per ore e ore e a volte anche invano.

Esistono zone tranquille e molto vicine a Bilbao fornite dal servizio di metropolitana (o treno o autobus) e anche le zone più lontane sono ottime, specialmente quelle vicino alla costa. Ma ovviamente più ti allontani più tempo ci metti ad arrivare in centro. Quelle che consiglio, sia per prezzo che per comodità sono per esempio: Basauri – Bolueta – Santutxu – Basarrate. Per chi ama il mare e non gli importa vivere a 20/30 minuti da Bilbao consiglierei Sopelana – Plentzia – Portugalete – Santurtzi (anche se qui salgono un po’ i prezzi degli affitti).

Cosa ti manca di più dell’Italia?

In assoluto la famiglia! Anche se sono molto legata alla mia bella terra, al mio mare, al mio vulcano, Bilbao è davvero una gran bella città e mi risulterebbe davvero difficile tornare indietro.

Il tuo piatto tipico preferito?

Lavorare a Bilbao-Carolina -aspassoperlaspagna

A sinistra due Carolinas

Eh, in questo caso non faccio molto testo. Non mangio pesce e quasi quasi neanche la carne e qui i piatti principali si basano proprio su queste due pietanze. A casa poi noi mangiamo “all’italiana” e quindi mi viene un po’ difficile stabilire il mio piatto tipico preferito. Devo però dire che i famosissimi pintxos sono davvero una cosa squisita e soddisfano qualsiasi palato, anche quelli difficili come il mio. Li trovi in ogni angolo della regione ed è impossibile stabilire una percentuale di varietà. Carne, pesce, tortilla, vegetariani, vegani li trovi davvero con qualsiasi cosa sopra e spesso qui sostituiscono proprio il pranzo o la cena.

Essendo siciliana non riesco a dire per esempio che qui si trovano dolci buonissimi, perché vengo da una cultura dolciaria davvero differente ed unica, ma anche qui loro si sentono orgogliosi dei loro dolci. Non toccate la “carolina” ad un bilbaino e neanche il “pastel Vasco” o “el bollo de mantequilla“.  Come in tutta Spagna il dolce più conosciuto sono forse i churros e con la loro squisita semplicità conquistano chiunque!

Quali posti consiglieresti di visitare nei dintorni di Bilbao?

Bella domanda! Ci sono davvero tantissimi bei posti da visitare! Mi piacerebbe parlare per bene di ogni luogo che vi propongo ma potrei stare qui ore ed ore a scrivere, quindi vi faccio semplicemente una lista e vi invito a ricercare ogni singolo consiglio su Google, sono sicura che rimarrete senza fiato!

Vicino a Bilbao (o raggiungibile facilmente con i mezzi pubblici): Guggenheim – Teatro Arriaga – Casco Viejo – Gran Via – Torri di Isozaki – Zubizuri – Moyua – Torre Iberdrola – Alhondiga – Funicular y Mirador de Artxanda – Puente Colgante (Portugalete) – Playa de Sopelana – Getxo – Plentzia – Cementerio de Derio

Nei dintorni: Castillo Butrón – San Juan de Gaztelugatxe – Mundaka – Bosque Pintado de Oma – Bermeo – Lekeitio – San Sebastián – Castro Urdiales – Santander 

Qual è il tuo monumento o luogo preferito di Bilbao?

Adoro davvero la mia città e ogni suo angolo è incantevole. I luoghi dove mi “rifugio” spesso sono senza dubbio il Casco Viejo, la zona del Guggenheim e il Mirador di Artxanda e andando un po’ più lontano il Puente Colgante e la spiaggia di Sopelana.

Se posso, vi invito a seguirmi su Instagram, adoro pubblicare fotografie della mia città! @angiefound

Grazie mille per la tua disponibilità 🙂

 

 

1 Response

  1. Francesco ha detto:

    Ciao Angela, ho letto la tua “intervista” e mi ha suscitato tanta curiosità. Sono anch’io un siculo e anche se amo tanto la nostra terra,
    penso spesso di partire per trovare un posto più vivibile, anche perché ho due bimbe e vorrei farle crescere offrendo loro una qualità di vita migliore. Conosco il nord della Spagna e mi affascina molto, penso anche che sia molto vivibile. Potresti darmi delle informazioni per quanto riguarda il TRASFERIMENTO? Sarebbe bello poter avere un tuo contatto. Saluti e spero a presto!
    Francesco (Belpasso)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *